MYLAV VETBLOG

Il Blog di Aggiornamento Scientifico di MyLav

HormoneBlog

Quando può essere utile misurare il TSH nel gatto?

Cari colleghi, iniziamo con questo post una nuova rubrica del nostro Blog, riservata all'endocrinologia, l'HormoneBlog.

Questa rubrica sarà condotta in collaborazione con il nostro esperto di settore, il dr. Federico Fracassi. Iniziaremo oggi trattando un argomento poco conosciuto, l'utilizzo del dosaggio del TSH in endocrinologia felina.

Nel gatto non si ricorre frequentemente al dosaggio del TSH (ormone tireostimolante).

Ciò dipende da diversi motivi:

1) Problemi analitici: Il test utilizza un kit specifico per il TSH canino. Tuttavia è stato dimostrato che esiste una cross-reattività con il TSH felino e pertanto è in grado di dare risultati accurati anche in questa specie.

2) Utilità clinica: Un secondo problema è legato all’utilità clinica di dosare il TSH nel gatto, che notoriamente è frequentente interessato da ipertiroidismo e molto raramente da una condizione di ipotiroidismo. Storicamente si è sempre considerato il TSH come una determinazione ormonale essenziale per la diagnosi di ipotiroidismo nell’uomo e nel cane (in cui l’ormone tireostimolante tende a risultare elevato). 

3) Utilizzo nella diagnosi di ipertiroidismo felino: Un recente studio condotto da Peterson e collaboratori nel 2015 e pubblicato sul Journal of Veterinary Internal Medicine, ha dimostrato che la misurazione del TSH con un kit canino può essere utile nell’iter diagnostico dell’ipertiroidismo felino, in particolar modo per dirimere i casi dubbi. In questo lavoro viene dimostrato che la concentrazione sierica di TSH, nel 98% dei gatti ipertiroidei, viene soppressa al di sotto del limite di quantificazione (ovvero ad un livello non misurabile dal laboratorio e quindi inferiore a 0,03 ng/mL). Poiché quasi tutti i gatti ipertiroidei presentano un TSH non misurabile, un TSH quantificabile (seppur basso) tenderebbe ad escludere l’ipertiroidismo. Questo test è risultato quindi molto sensibile per una diagnosi di ipertiroidismo per valori <0,03 ng/mL. Risulta tuttavia un test poco specifico, infatti i gatti affetti da euthyroid sick syndrome possono avere un TSH indosabile, ma con valori di T4 totale nei limiti di normalità o bassi. Quindi sulla base di questo studio, la combinazione dei valori di tT4, di fT4 e di TSH aumentava la capacità di diagnosticare l’ipertiroidismo felino.

4) Utilizzo nella diagnosi di ipotiroidismo felino: Nei rarissimi casi di ipotiroidsmo felino, il dosaggio del TSH è ovviamente indispensabile come d’altronde nel cane, e il trend classico è rappresentato da una bassa concentrazione di tT4/fT4 associata ad un rialzo del TSH.

Per chi fosse interessato ad una lettura più specifica di questi argomenti, vi alleghiamo due articoli a riguardo.

Buona lettura, Federico Fracassi & Walter Bertazzolo

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti alla moderazione dell'amministratore.

Persone in questa conversazione

MYLAV s.r.l.u.

Sede Legale: Via Vecchia Montesardo, 21 73031 - Alessano (LE)
Indirizzo del laboratorio: Via G. Sirtori, 9 20017 Comune Rho Fraz. Passirana
02 9311172
p.IVA/CF: IT04197610753
Privacy Policy
Image

Seguici

Image
Image
Image
Image
Image
© 2019 MylavBlog. All Rights Reserved.Design & Development by Nealogic

Cerca